Museo della Centuriazione Romana

Il Museo

Il Museo è stato inaugurato nel 1999 e si è trasferito nell’attuale sede nel 2009. Vi sono esposti materiali archeologici databili dall’età preistorica all’età contemporanea, che provengono dal territorio della centuriazione a nord-est di Padova.

La centuriazione

La centuriazione a nord-est di Padova è la suddivisione regolare del vasto territorio oggi ripartito tra 17 diversi comuni, attuata nella seconda metà del I sec. a.C. e finalizzata alla sua bonifica, coltivazione e difesa. Prende il nome dalla divisione del terreno in centurie, corrispondenti a quadrati di circa 710 metri di lato (= 20 actus). Ogni lotto veniva assegnato per sorteggio ai coloni, solitamente veterani, che venivano così ricompensati per il loro servizio nell’esercito. È ancora oggi ben leggibile sulla viabilità e sul terreno.

Il percorso museale

Il Museo si articola in tre sezioni, dedicate all’età pre-protostorica, a quella romana e a quella post-antica. All’età pre-protostorica e post-antica sono dedicate due vetrine, mentre l’esposizione dei reperti di età romana è scandita tematicamente in quattro diverse sale, in cui vengono affrontati diversi argomenti.

La visita al Museo e le attività

La visita può essere effettuata in autonomia, anche utilizzando sul proprio cellulare l’audioguida del museo scaricabile gratuitamente da App e Play Store. Lo staff del museo propone visite guidate, che vengono erogate anche a richiesta per singoli o per gruppi. Vengono proposti anche laboratori didattici per bambini e diverse attività per gli adulti.

Prima della centuriazione

La vetrina raccoglie i materiali che risalgono al periodo preistorico, come alcuni strumenti in selce, e protostorico, prima dell’impianto della centuriazione romana. Proprio all’età del Bronzo (XIII-XII sec. a.C.) si data il primo insediamento stabile nel territorio, testimoniato da un’ascia e da una punta di freccia in bronzo.

Sala verde

La prima sala è dedicata alla centuriazione romana in tutti i suoi aspetti: cardini e decumani, la groma e gli altri strumenti dell’agrimensore, le unità di misura, le strade romane, le centuriazioni nel Mediterraneo e quelle di Padova. Una vetrina è riservata alla sfera funeraria.

Sala arancione

Qui vengono affrontati i temi che riguardano le attività tipiche del paesaggio centuriato: l’agricoltura e l’allevamento del bestiame, ma anche l’assegnazione delle terre e del culto dei confini. L’elemento più interessante è la sepoltura di un cavallo che risale all’età romana e che si è conservato in modo straordinario fino ai nostri giorni.

Sala rossa

La terza sala è riservata alla casa romana, ai suoi elementi strutturali e al mondo domestico nei suoi diversi aspetti, comeil vasellame, la tessitura, l’abbigliamento, la cosmesi, i culti domestici, i giochi e l’arredamento. Spiccano la ricostruzione di un telaio e di una cucina e la piccola vetrina con l’erma bifronte in marmo.

Sala azzurra

Nella quarta sala sono esposte le testimonianze delle attività economiche del territorio centuriato, tra le quali spiccano la produzione di tegole e di mattoni e il commercio, rappresentato dalle monete, dalle bilance e dalle stadere e dalle anfore, che trasportavano derrate alimentari come olio, vino e salse di pesce.

Dopo la centuriazione

In questa sezione sono raccolte le testimonianze databili dal VI secolo d.C. all’età contemporanea rinvenute nel territorio. In seguito alle invasioni barbariche e alla dominazione longobarda (V-VIII secolo d.C.), il territorio centuriato fu abbandonato e venne rioccupato solo a partire dal XII secolo. L’oggetto più recente è costituito da una sciabola in bronzo, che faceva parte della dotazione di Sottoufficiali e Soldati dei Corpi di Fanteria del 1843.

ORARIO dal 1 settembre 2021:

  • Lunedì CHIUSO
  • Da martedì a sabato 9:00 – 12.30
  • Venerdì 15.00 – 18.00
  • Sabato  15 -18.30
  • Domenica 10:00 – 12:00 e 15:00 -18:30

Tel. Museo 049 9336321

Tel servizio didattico: museocenturiazione.servizi@gmail.com oppure telefonare al +39 392 4594788

 

Giorni di chiusura: 1 e 6 Gennaio, Domenica di Pasqua, Lunedì di Pasquetta, 25 Aprile, 1 Maggio, 2 Giugno, 15 Agosto, 1 Novembre, 25- 26 Dicembre (salvo diverse disposizioni in concomitanza di esigenze o eventi particolari).

Il 24 Dicembre e il 31 Dicembre il Museo rimane aperto solo la mattina.

 
 
 
 
  • INTERO € 3,00
  • RIDOTTO € 1,00 (scolaresche, ragazzi dai 7 ai 14 anni e adulti sopra i 65 anni)
  • GRATUITO: accompagnatori scolaresche, bambini fino ai 6 anni, diversamente abili e loro accompagnatori, soci ICOM, residenti nel Comune di Borgoricco

Il Museo predispone ogni anno l’offerta formativa per gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. La attività comprendono visite guidate, laboratori didattici e approfondimenti mirati su alcuni argomenti della storia e dell’archeologia del territorio, anche con escursioni nell’ambito della centuriazione.

È possibile anche effettuare lezioni in classe, sia in presenza, sia da remoto con operatore didattico in Museo e ragazzi a scuola.

Tutti i servizi di didattica offerti dal Museo dall’ 1.9.2020 al 31.8.2023 sono affidati esclusivamente a: SCATOLA CULTURA SCS con Sede in Chiampo (VI). 

Per informazioni e prenotazioni scrivere a: museocenturiazione.servizi@gmail.com oppure telefonare al +39 392 4594788 martedì e giovedì ore 9.00 > 12.00, mercoledì ore 14.00 > 17.00, oppure lasciate un messaggio o inviate un SMS e sarete richiamati.

 SCARICA QUI SOTTO  le offerte formative per tutte le scuole di ogni ordine e grado:

 

ATTIVITÀ DIDATTICA ONLINE: Visita guidata on line con operatore in museo e classe connessa da scuola. Durata: 1 h . Alla classe viene poi fornito tutorial, schede e indicazioni per svolgere un laboratorio abbinato.  Costo: 100 €

SCARICA IL MODULO PER PRENOTARE L’ATTIVITÀ

Servizio di visita guidata al Museo della Centuriazione Romana e al Complesso Architettonico Aldo Rossi (Centro Civico e Municipio di Borgoricco), a cura di esperti in archeologia e architettura: 

  • minimo 10 – massimo 15 persone per gruppo;
  • durata 1.30 h;
  • in lingua italiana: 80 €;
  • in lingua inglese, tedesca o francese: 100 €;
  • al costo del servizio va aggiunto il biglietto d’ingresso al museo;

Per informazioni e prenotazioni scrivere a: museocenturiazione.servizi@gmail.com oppure telefonare al +39 392 4594788 martedì e giovedì ore 9.00 > 12.00, mercoledì ore 14.00 > 17.00, oppure lasciate un messaggio o inviate un SMS e sarete richiamati.

UOMO E AMBIENTE Per conoscere la Natura e rispettarla. Si parte domenica 24 ottobre con una visita guidata del Museo (per adulti) per poi continuare con gli eventi fino a metà dicembre.
Nelle date successive alla prima, in contemporanea alla visite guidate, ci saranno dei laboratori per bambini\e.
 
Per informazioni e prenotazioni scrivere a museocenturiazione.servizi@gmail.com o chiamare il 3924594788.

Cosa vedere nel territorio

In località Favariego si trova la chiesa di S. Nicolò, realizzata intorno all’anno 1000 con materiale di recupero di età romana. All’interno si conservano due affreschi del Trecento che raffigurano S. Nicolò e S. Cristoforo.
Nominata già in una donazione del 1085, la chiesa di S. Leonardo, attuale parrocchiale di Borgoricco, è stata ricostruita nel 1772 a una sola navata. Sul soffitto vi è un bellissimo affresco di G.B. Canal.
Splendido il giardino romantico della seconda metà dell’Ottocento di Villa Bressanin, in origine dimora seicentesca dei nobili veneziani Calbo, oggi sede di una casa di riposo per anziani.

​Valle Agredo

Un territorio di incontri di terre e acque, di esperienze autentiche a contatto con la natura

© Comune di BorgoriccoP. iva: 01502870288 – All Rights Reserved

Privacy Policy | Cookie PolicyPreferenze